Caldo ed idratazione

Primi caldi spossatezza ed idratazione, i consigli de L'Albero Sacro per ritrovare l'energia con i sali minerali

Durante la stagione estiva, le alte temperature sono causa di una notevole perdita d'acqua da parte del nostro organismo. A maggior ragione, chi pratica attività sportiva, è soggetto a sudorazione notevole che può causare la perdita anche di 5-6 litri di acqua.

 

Più volte abbiamo sottolineato l'importanza di una corretta idratazione, attraverso la quale è possibile reintegrare le sostanze eliminate a causa della perdita idrica. La disidratazione, infatti, è una dei principali responsabili del calo di rendimento del lavoro muscolare (riduzione dell'apporto di sangue ai muscoli per fare fronte, invece, alla termoregolazione), crampi, affaticamento e colpi di calore.

 

 

Le sostanze da reintegrare attraverso l'idratazione e l'alimentazione sono liquidi e sali minerali quali:

 

- il cloruro di sodio, la cui carenza fa insorgere crampi muscolari e stanchezza;

 

- il potassio, la cui diminuzione può causare disturbi della funzionalità muscolare;

 

- il magnesio, senza il quale possono insorgere tremore alle gambe e crampi;

 

- il calcio, fondamentale per la contrazione dei muscoli;

 

- il fosfato, che favorisce la produzione energetica e quindi il rendimento atletico.

 

 

Quando si pratica attività sportiva in condizioni di alta temperatura è consigliabile consumare bevande ipotoniche, cioè con una bassa concentrazione di sostanze disciolte e che hanno un buon potere energetico e una elevata velocità di assimilazione intestinale, ma soprattutto hanno una forte capacità reidratante. Bevande con alto contenuto di zuccheri sono sconsigliate a questo proposito.

Una corretta alimentazione è fondamentale per la reintegrazione dei sali minerali, contenuti soprattutto in frutta e verdura; i cibi freschi e crudi favoriscono la lotta alla disidratazione in quanto conservano meglio i principi nutritivi.

Caldo e spossatezza

Il caldo estivo ti butta giù? Combatti il senso di spossatezza con i sali minerali!

Magnesio, potassio e vitamine: tutti elementi preziosi per recuperare energie nei giorni in cui la stanchezza sembra prendere il sopravvento.

Il grande caldo estivo e l’eccessiva sudorazione causano la perdita di sali minerali, in particolare di potassio e magnesio la cui carenza provoca disturbi cardiaci, stanchezza , spossatezza, crampi , calo di concentrazione e sonnolenza. È possibile  porre rimedio a tutti questi fastidiosi disturbi che non ci permettono di godere al massimo della bella stagione?

 Vediamo come affrontare le giornate in arrivo e reintegrare i sali minerali :

- è importante bere ogni giorno 2 litri di acqua (fresca sì, ma non congelata per evitare congestioni)

-evitate di uscire durante le ore più calde tra le 12 e le 16 , e se possibile cercate luoghi freschi ed ariosi

-non abbandonate l’attività fisica ma optate per camminata o corsa al mattino presto oppure la sera dopo il tramonto

-mangiate giuste quantità di frutta e verdura , in particolare insalata verde, cavoli, fagioli, noci , banane ed albicocche e preferite spuntini salati

-assumete integratori a base di potassio e magnesio.

 

Con queste piccole accortenze riuscirete a combattere alla grande le afose giornate in arrivo senza dover rinunciare alle vostre abitudini quotidiane!

Durante i mesi caldi, la quantità di liquidi che il corpo consuma ed espelle è infinitamente superiore rispetto alla norma, motivo per cui bisogna prestare particolare attenzione all’idratazione. Se siete persone sportive e praticate cardio, è bene che teniate monitorata la quantità di acqua che bevete in quanto il dispendio di liquidi e sali minerali è ancora maggiore. Un’idratazione non adeguata può portare a capogiri, spossatezza, senso di nausea e ad un peggioramento dell’aspetto della pelle; meglio evitare tutto questo, no?

Piccole accortezze per mantenere l’idratazione

1. Tenete una bottiglietta a portata di mano. Uno fra gli errori più comuni, quando si parla di idratazione, è aspettare di aver sete per bere. Il bisogno d’acqua si fa sentire quando ormai il corpo ha sprecato troppi liquidi. Un’ottima idea è tenere sempre una bottiglietta a portata di mano, così da non dimenticarsi, e berne piccole quantità in modo costante per tutta la durata della giornata.

 

2. Mangiate molta frutta e verdura. L’idratazione non dipende solo da quello che beviamo, ma anche da ciò che mangiamo. Una percentuale importante di acqua viene assimilata tramite il cibo. Provate a mangiare almeno quattro/cinque porzioni di frutta e verdura quotidianamente, tutto il vostro organismo ne beneficerà. Gli alimenti più indicati sono melone, mango, anguria, agrumi, kiwi, cetrioli, insalata lattuga e spinaci.

 

3. Utilizzate prodotti per idratare. Una corretta idratazione deve partire dall’interno, ma anche la pelle ha bisogno di essere nutrita, motivo per cui dovreste cercare un prodotto apposito rispettoso del derma e non oleoso.

 

4. Aggiungete un po’ di limone. Se non temete i sapori aspri, un’ottima idea è spremere mezzo limone in un bicchiere d’acqua, meglio se bevuto al mattino appena sveglie. Oltre ad essere dissetante, il limone aiuta a bilanciare gli elettroliti e a favorire l’assorbimento dei liquidi da parte delle cellule. Dopo esservi abituate al gusto (niente zucchero, ricordate) potrebbe anche piacervi e aiutarvi a staccare dalla monotonia della sola acqua.

 

 Non solo acqua.

 L’acqua non è l’unica bevanda idratante e non siete costrette a berla per forza. Praticamente ogni liquido potabile aiuta l’idratazione, esclusi quelli contenenti alcol e caffeina. Tra i più consigliati ci sono, succo d’arancia e acqua di cocco, che, oltre ad essere dissetanti, sono nutrienti. Sconsigliate invece le bevande gassate e zuccherate.

 

 l’Acqua di Cocco: una bevanda naturale dalle straordinarie proprietà nutrizionali, un’acqua fresca che si trova all’interno della noce di cocco verde. Si tratta di una bevanda che arriva direttamente dai Paesi Tropicali, un integratore 100% naturale estratto direttamente dal cocco fresco, ricco di sali minerali e privo di grassi. In questi paesi l’Acqua di Cocco è la bevanda più consumata non solo perché è rinfrescante ma soprattutto perché viene considerata un vero e proprio tonico rigenerante.

1) Dopo la palestra, ridona quella carica di energia di cui il corpo ha bisogno,

 

2) Ha una grande azione diuretica

 

3) Rinfresca ed è dissetante

 

4) Riduce il senso di appetito

 

Tutto questo è possibile perché è ricca di sali minerali: un brick da 330 ml contiene 250 mg di potassio, 25 gr di magnesio, 24 mg di calcio e 20 mg di fosforo. Inoltre è senza colesterolo, senza grassi e senza glutine. Insomma, una vera fonte di energia e un concentrato di benefici 100% naturale!

Vieni atrovarci a L'albero sacro a Roma in viale sacco e vanzetti 68, 064064998