La zeolite : primavera, tempo di depurazione

detox
la zeolite, che cos'è come assumerla benefici e metodi di depurazione

 

 

La zeolite è un minerale di origine vulcanica definita anche “la pietra che bolle”: il termine zeolite deriva dal greco zein che significa bollire e lithos che significa pietra.

 

La zeolite prende origine e forma dall’unione della lava incandescente e dall’acqua salata del mare: presenta una struttura fatta di piccole particelle microporose in grado di assorbire le particelle vicine.

La zeolite è un minerale che si trova sotto forma di pietra: viene poi lavorata ed è possibile trovarla anche sotto forma di polvere.

 

La zeolite ha molteplici proprietà e può essere impiegata per usi diversi, scopriamo quali:

Quando utilizzare la zeolite

 

Per le sue caratteristiche organiche e chimiche, la zeolite ha la spiccata qualità di assorbire e depurare le strutture con cui entra in contatto. La zeolite è molto utilizzata sotto forma di polvere attivata per depurare l’organismo. A contatto con le pareti intestinali, diventa un chelante delle sostanze tossiche: legandosi a loro favorisce l’eliminazione dei metalli pesanti e delle scorie presenti nell’organismo.

 

Basta assumere polvere di zeolite attivata una volta al giorno, lontano dai pasti o a digiuno per un periodo di circa 1 mese per assicurarci una buona pulizia da sostanze tossiche o metalli pesanti.

 

La zeolite viene utilizzata anche sotto forma di pietra, spesso aromatizzata con oli essenziali per creare una sinergia di pulizia e vitalità all’interno degli ambienti.

 

Oltre ad un’azione di depurazione dell’organismo in senso più fisico, la zeolite agisce bene anche su una pulizia di tipo emotivo, riducendo lo stress e la pesantezza mentale.

 

La zeolite è un ottimo immunostimolante, agisce sul sistema digestivo attivandone la funzionalità. Con l’assunzione della zeolite per via orale, come integratore, si riscontrano benefici anche sul senso di vitalità ed energia: quello che spesso ci appesantisce, in termini di energia, è proprio la presenza di sostanze tossiche o metalli pesanti all’interno del corpo. Un trattamento di un mese con la zeolite, in due periodi dell’anno distinti, possono ridurre molto il senso di fatica e di stress quotidiano.

Usi e controindicazioni della zeolite

 

La zeolite viene utilizzata anche per i problemi di acne perché aiuta a depurare l’organismo dalle tossine presenti impedendo a quest’ultime di essere espulse attraverso la pelle.

 

Non ci sono controindicazioni dichiarate con l’utilizzo della zeolite: è un minerale atossico e non viene assorbito a livello intestinale. Nei primi giorni di utilizzo, soprattutto se assunto per via orale, può dare reazioni come mal di testa o nausea perché avendo effetto chelante attira e smuove le tossine all’interno del corpo.

La zeolite è un minerale che ben si presta, per la sua struttura chimica, ad essere utilizzato come veicolo per altre sostanze, come gli oli essenziali. Una pietra di zeolite può essere abbinata

 

     all’olio essenziale di lavanda per un effetto distensivo e calmante su sistema nervoso

     all’olio essenziale di arancio per un effetto rilassante e antistress

     all’olio essenziale di menta per dare vigore ed energia all’ambiente

     all’olio essenziale di rosa per dare conforto

Disintossicare l’organismo rappresenta un metodo naturale per aiutare l’ eliminazione delle tossine e dei veleni accumulati che possono contribuire a peggiorare la qualità di vita. Il mondo di oggi è pieno di agenti chimici che non riusciamo a controllare o eliminare senza aiutarci in qualche maniera. Siamo esposti a questi continuamente: quando mangiamo i cibi più svariati, beviamo acqua o respiriamo aria, solo per citare alcune delle fonti più comuni di contaminazione. Un corpo appesantito dalle tossine può presentare una grande varietà di sintomi quali stanchezza, costipazione, difficoltà nella digestione, aumento di peso, gas, gonfiore, irritabilità ecc. Il programma Clean Inside offre una pulizia disintossicante totale allo scopo di eliminare tossine, incrostazioni presenti nel colon, parassiti e metalli pesanti, ma allo stesso tempo ripulire delicatamente il colon, il fegato, i reni e il sangue.

 

Disintossicare l’organismo, il segreto  per la salute e la bellezza.

 

Pochissime persone sono pienamente coscienti di quanto sia importante una regolare depurazione – pulizia disintossicante. La maggior parte della gente non fa niente durante il corso della propria vita per eliminare dal corpo i veleni accumulati, i parassiti e le scorie. I parassiti sono ovunque intorno a noi. E’, quindi,estremamente semplice entrare in contatto con essi. Acqua inquinata, carne o pesce contaminati poco cotti, frutta o verdura non lavati bene, sono solo alcuni esempi di una generale fonte di infezione. Un uso spropositato di antibiotici peggiora ulteriormente il problema perchè hanno un impatto sulla normale flora intestinale ed abbassano il sistema immunitario dell’organismo.

 

Un colon in buono stato rappresenta il punto di partenza per una buona condizione fisica e un buon aspetto.  Dovremmo prenderci cura di noi esternamente ed internamente non tralasciando il colon, l’organo che mantiene pulito l’organismo. Solo un colon pulito e sano garantisce salute e bellezza.

I disturbi più frequenti sono movimenti peristaltici irregolari e scarsi dovuti al consumo di cibi industriali, raffinati chimicamente o in altra maniera Mangiamo, inoltre, troppi grassi, zuccheri, cibi affumicati e spesso ci dimentichiamo del tutto di mangiare frutta o verdura cruda. A causa di ciò siamo poveri di fibra naturale- “la scopa che spazza l’intestino”- che è un componente importante del cibo. In queste condizioni il corpo umano non è in grado di lavorare in maniera adeguata, nonostante un’apparente regolarità intestinale. Uno dei ruoli più importanti del colon è l’eliminazione di tutti i materiali di scarto tossici in seguito alla fermentazione e alla putrefazione. Persino in giovane età le pareti del colon sono ricoperte di scorie gelatinose che gradualmente si induriscono e non vengono eliminate. Inizialmente questo stato di contaminazione provoca disturbi come una leggera difficoltà funzionale: gonfiore, moderata stanchezza, concentrazione mentale insufficiente, maggior irritabilità e ansia. Più avanti però possono presentarsi altri sintomi: deficienza immunitaria, allergie, infiammazioni croniche ed altre malattie.

 

Pulizia disintossicante come e quando

 

è necessario prendersene cura presto e continuare a farlo con una manutenzione regolare. Il corpo umano ha un’enorme capacità di rinnovamento in maniera efficientissima a patto che gli vengano create le condizioni giuste per farlo. Per centinaia di anni sono stati usati dei metodi che non solo risolvono i problemi ma ne prevengono anche la formazione.

Cos’è la disintossicazione:

I periodi migliori per  la disintossicazione sono  la primavera e l’ autunno.

La disintossicazione è un processo continuo; è un obiettivo, è una condizione ideale. Questo processo può essere intrapreso a qualsiasi età. È molto efficace effettuare una pulizia preventiva nei cambi di stagione. Per una disintossicazione efficace E’ fondamentale bere molti liquidi : acqua minerale non gasata, tisane e acqua calda. E’ consigliabile limitare il fumo e l’alcool al minimo.

 

    Reintegrazione dei liquidi: l’acqua elisir di lunga vita

    Le sostanze nutrienti fondamentali vengono diffuse nelle cellule dall’acqua, allo stesso modo i materiali di scarto del metabolismo cellulare sono eliminati attraverso l’acqua. Ecco perchè è assolutamente necessario reintegrare i liquidi in maniera ottimale ( 0,3-0,4 l per 10 kg di peso corporeo) per una pulizia del colon appropriata. Durante la disintossicazione non è consigliabile bere bevande gasate, soprattutto quelle che contengono zuccheri e agenti chimici.

Succhi di frutta e verdura possono essere consumati ma dovrebbero essere diluiti con acqua. E’ consigliabile mangiare frutta e verdura intera in quanto trattengono le fibre necessarie ad un buon funzionamento del colon.

Alimentazione e Depurazione:

    Il secondo ruolo in ordine di importanza è rappresentato dall’alimentazione. Il cibo non è solo nutrimento ma ha anche una funzione di pulizia. Per questo dovremmo preferire alimenti che contengano fibre. Infatti questi cibi hanno la prerogativa di trattenere acqua che ne aumenta il volume favorendo la peristalsi intestinale. Il vantaggio è che i cibi digeriti si muovono più velocemente nel tratto intestinale. Legumi, cereali, verdura, frutta, semi ecc. sono eccellenti fonti di fibra naturale.   L’apporto maggiore di fibra contenuta nei cibi e gli integratori di fibre hanno anche la caratteristica di liberare l’organismo dai parassiti, ma non basta solo il loro uso per eliminarli completamente.

Probiorici e fermenti lattici:

    Nel tratto digestivo di un organismo sano ci sono batteri che vivono in una comunità dinamica in cui il ruolo decisivo è svolto dai batteri “amici”, batteri della fermentazione lattica. E’ grazie alla loro attività che vengono eliminati i batteri patogeni causati dalla putrefazione.  Essi sono importanti anche per la loro capacità di produrre bacteriocins- sostanze con capacità antibiotica in modo da contrastare un’eccessiva crescita dei batteri patogeni. Per questo, occorre assumere regolarmente batteri della fermentazione lattica per assicurare un funzionamento appropriato del colon.

    Erbe officinali

    Possono essere assunte come tisane o estratti che apportano benefici allo stomaco, per depurare il fegato, i reni e l’intestino e favorire il processo di pulizia(camomilla, menta, ortica, dente di leone, Eechinacea, aglio, bardana, betulla ecc.). Anche il consumo di prezzemolo, aglio, rabarbaro, zenzero e pompelmo favorisce la pulizia disintossicante. Funzionano molto bene per la disintossicazione anche l’alga verde Chlorella e l’alga blu –verde Spirulina.

 

   Affinchè l’intestino funzioni bene è meglio usare diverse miscele di tisane con erbe specifiche per la disintossicazione.  Esse sono: foglie di senna, fiori di camomilla, semi di finocchio, foglie di menta, rosa canina, cannella, radice di zenzero, passiflora, foglie di aglio selvatico, Cardo Mariano. Per esempio la camomilla aiuta l’organismo a rilassarsi e calmarsi durante la notte. I semi di finocchio e le foglie di menta favoriscono la digestione durante il sonno; la radice di rabarbaro allieva il dolore allo stomaco e il senso di gonfiore e di pienezza, stimolando contemporaneamente la digestione. Grazie a questi ingredienti non solo si riesce a depurare il fegato ma anche i reni e il sangue. Un’altra caratteristica è quella di calmare il sistema nervoso, e questo la rende una bevanda ideale prima di andare a dormire. Una tazza di tè assunta quotidianamente durante la disintossicazione assicura uno svuotamento regolare dell’intestino ogni mattina senza disagi o gonfiori. Usare questo tè rappresenta una maniera sicuro, efficace e molto conveniente, per aiutare la regolarità intestinale.

 

    I microorganismi patogeni e i parassiti possono essere eliminati grazie all’uso di erbe. Alcune delle più potenti al riguardo sono: corteccia di noce nero, Artemisia, Pau D’Arco, aglio, semi di zucca, estratto di semi di pompelmo, chiodi di garofano, radice di curcuma ecc.  Per incrementare l’eliminazione di sostanze nocive dall’organismo è molto utile essere fisicamente attivi, fare dei bagni caldi, doccie calde e sauna. Un massaggio a secco fatto dai 4 ai 5 minuti prima di fare il bagno stimola il metabolismo, riattiva la circolazione sanguigna e questo favorisce l’eliminazione di impurità e scorie dall’organismo.